Carbossiterapia

Le applicazioni della carbossiterapia sono molteplici e stanno dando ottimi risultati. Questo metodo è diventato uno dei migliori per combattere la cellulite, l'eccesso di grasso, le occhiaie e l'invecchiamento del viso.
Tuttavia, dobbiamo assicurarci che la persona che esegue questo trattamento sia un professionista sufficientemente formato e che disponga di una buona tecnica di applicazione.

La carbossiterapia, un metodo alternativo
La carbossiterapia è una tecnica di trattamento terapeutico ed estetico basata sull'introduzione di gas - anidride carbonica Co2 - per via sottocutanea. Questa tecnica, attualmente molto diffusa, si sta dimostrando molto efficace per i trattamenti corporei localizzati per rimodellamento degli arti inferiori e per combattere la panniculopatia nei diversi stadi (cellulite). Allo stesso tempo, offre ottimi risultati nei trattamenti facciali per la rimozione delle rughe, il rilassamento e lo sbiancamento delle occhiaie.
Questo metodo, non chirurgico, non ha tossicità né effetti collaterali ed è supportato da numerosi scienziati che ne hanno dimostrato l'efficacia nel migliorare la circolazione, ossigenare i tessuti ed eliminare la cellulite.

Origini della carbossiterapia
La carbossiterapia ha origine in Francia, in particolare nella stazione termale di Royat. Lì, un gruppo di cardiologi si è riunito negli anni '50 per applicare questa terapia innovativa ad un gruppo di pazienti con problemi circolatori e di accumulo di grasso. Tra tutti spicca il Dr. Jean Baptiste Romuef, che nel 1953 pubblicò un articolo sui suoi 20 anni di esperienza nell'applicazione del Co2. Da allora, un gran numero di pazienti - il Royat Cardiovascular Research Institute cita il fatto che circa 30.000 pazienti sono stati sottoposti a trattamento entro il 1994 - hanno confermato l'efficacia e la sicurezza di questo metodo terapeutico ed estetico.

Come viene applicata la carbossiterapia
Co2 viene applicato al tessuto sottocutaneo per mezzo di un ago molto sottile di 0,3 mm di diametro più piccolo di quello utilizzato per l'iniezione di insulina. Questa applicazione viene effettuata con apparecchiature in grado di controllare il volume di gas ad una pressione costante per un dato tempo. Il Co2 utilizzato deve essere medicinale e puro al 99%. La distribuzione di questo gas avviene per mezzo di un pedale che applica la dose scelta in ogni caso.
In breve, la carbossiterapia viene eseguita con attrezzature appositamente preparate che regolano il tempo di iniezione e monitorano la dosee la pressione di anidride carbonica somministrata.

Come agisce sulla cellulite
L'anidride carbonica penetra nel tessuto sottocutaneo sotto forma di gas e inizia ad agire immediatamente. Alcuni di questi gas entrano in contatto con i grassi e altri con i globuli rossi, dove entrano in contatto con l'emoglobina. A questo punto si produce il cosiddetto effetto Bohr, per cui l'emoglobina, rilevando il Co2 introdotto, ritiene che vi sia scompenso nell'organismo e reagisce generando più ossigeno contemporaneamente alla raccolta dell'anidride carbonica per eliminarlo. Tutto questo processo, porta di conseguenza ad una maggiore ossigenazione e ad un aumento del flusso sanguigno nell'area trattata. Inoltre, questo ossigeno creato serve a stimolare i processi metabolici di combustione dei grassi - lipolisi - che combattono ed eliminano efficacemente la cellulite. In questo modo, una volta terminato il trattamento, la pelle diventa più liscia,tonica, i tessuti migliorano e la cellulite scompare.
L’effetto ed il risultato estetico nascono come risultato dell’azione terapeutica sia sul circolo venoso che linfatico. Il primo riscontro dopo le prime sedute infatti consiste in un effetto di aumento della diuresi, miglioramento della presenza di teleangectasie ma soprattutto una spiccata sensazione di leggerezza a carico degli arti inferiori.
In conclusione si può affermare che la carbossiterapia è una tecnica che offre ottimi risultati nei trattamenti corporei per l'eliminazione del grasso accumulato e della cellulite, così come nei trattamenti estetici per la tonificazione dei tessuti. Chirurghi plastici e dermatologi ne hanno dimostrato i benefici e possiamo affermare che il corretto utilizzo di questo metodo non presenta rischi o effetti collaterali. I pazienti trattati con carbossiterapia possono riprendere l'attività dopo ogni seduta.